Inforenal
Baxter

Dialisi peritoneale

Di questa dialisi possiamo dire che :

 

  • si esegue a casa, non è necessario recarsi a giorni alterni al centro dialisi
  • è semplice
  • si adatta al tuo stile di vita e ti consente anche di viaggiare
  • la si può fare durante il giorno (metodica manuale CAPD) o di notte, mentre dormi (metodica automatizzata APD)
  • tutto il materiale necessario viene consegnato direttamente a domicilio
Dialisi peritoneale

Come funziona

La dialisi peritoneale utilizza per depurare il sangue, la membrana peritoneale, sfruttando così le capacità naturali del nostro corpo.

La membrana peritoneale ricopre l’interno dell’addome e avvolge le anse intestinali, formando uno spazio tra due sottili foglietti con caratteristiche specifiche di permeabilità.

All'interno di questi foglietti viene introdotto il liquido di dialisi nel quale passano le scorie e l’acqua contenuti in eccesso nel sangue. Il catetere peritoneale è un piccolo tubo di plastica morbida che serve per fare entrare e uscire il liquido di dialisi nella cavità peritoneale. Viene inserito nel peritoneo in anestesia locale o generale di solito prima di iniziare la dialisi peritoneale.

Una volta messo, il catetere può rimanere in sede per molto tempo fino a quando serve e/o funziona.
Anche il catetere peritoneale, come la fistola, può smettere di funzionare, richiedendo un nuovo piccolo intervento per riposizionarlo.

L'utilizzo del catetere non provoca dolore. La prima volte si può sentire il liquido che entra nell’addome ma non sarà doloroso.

Il liquido di dialisi è una soluzione sterile costituita da acqua e da diverse sostanze che hanno una funzione importante nella depurazione del sangue.

E' contenuto in sacche di plastica morbida, trasparente e di volume variabile da 2 a 5 litri a seconda della dialisi e delle necessità del paziente.
Le sacche sono fornite direttamente a domicilio una volta al mese.

SELECT a.* FROM `#__glossario` AS a WHERE id IN (40,144,50,51,77,98) ORDER BY a.word

Glossario

APD: 
Sigla che usiamo per indicare la "Dialisi Peritoneale Automatizzata". La APD è una tecnica che utilizza una macchina (detta anche “cycler”, in inglese) per eseguire la sessione di dialisi peritoneale, generalmente durante la notte. Il paziente prepara la macchina secondo la prescrizione medica e, prima di coricarsi, si collega alla macchina. Mentre dorme, la macchina permette gli scambi di liquidi di dialisi nella cavità peritoneale e il mattino seguente, al risveglio, il paziente si disconnette. L’APD è un trattamento domiciliare e  quotidiano (salvo differente prescrizione medica) che permette al paziente di essere libero per tutto il giorno e autonomo fino alla sera successiva.

CAPD: 
Continuous Ambulatory Peritoneal Dialysis - Dialisi Peritoneale Manuale. La CAPD è una tecnica che prevede scambi manuali per eseguire la dialisi peritoneale, generalmente durante il giorno. Il paziente eseguirà 3-4 scambi al giorno, secondo prescrizione medica. La CAPD è un trattamento domiciliare e quotidiano (salvo differente indicazione clinica) che permette al paziente di essere libero per tutta la notte e autonomo fino alla mattina successiva.

Catetere: 
piccolo tubo di plastica che permette di creare la “porta di accesso” al trattamento dialitico. Il catetere può essere di tipologie diverse ma viene sempre inserito da personale sanitario specializzato (medico e infermiere) e sempre in ambiente ospedaliero idoneo. Se inserito in un vaso sanguigno di grande calibro parleremo di catetere venoso centrale (CVC), utilizzato per la tecnica dialitica extracorporea (emodialisi – HD). Se inserito in addome parleremo di catetere peritoneale, utilizzato per la tecnica dialitica intracorporea (dialisi peritoneale – PD).

Cavità peritoneale: 
è uno spazio virtuale dell’addome delimitato dal peritoneo (vedi Membrana Peritoneale).

Fistola: 
Si tratta di una connessione chirurgica tra una arteria e una vena (fistola artero-venosa – FAV), in genere del braccio, per garantire che la vena (vaso piccolo) si sviluppi e diventi più grande e, quindi, garantire un buon flusso sanguigno durante la seduta emodialitica.

Membrana peritoneale: 
detta anche anche peritoneo, è una membrana sottile e sierosa che  riveste sia la parete interna dell’addome (foglietto parietale) che gli organi contenuti nell'addome (foglietto viscerale). Grazie a questa struttura, la membrana peritoneale delimita uno spazio virtuale dell’addome, definito “cavità peritoneale”.

Politica sull'uso dei cookies.